• LA FUNZIONE RADIO E’ IL CAMBIAMENTO

    Vi sono parole e parole. Enfasi, sintesi, mille modalità. E poi arriva Gordon Smith, il Chief Executive Officer, il direttore generale del NAB, che in apertura del NAB Show di Las Vegas, la fiera annuale numero 1 al mondo della Radio e della TV (tra le prime 10 del pianeta di ogni settore), offre uno “speech” e le mette in linea e le pone in condivisione con una chiarezza e una forza senza pari. Questo non è un articolo ma è la semplice traduzione in lingua italiana di una sintesi con enfasi del perché la Radio e la TV guideranno ancora a lungo e su base locale i bisogni dei cittadini e consumatori; ed è quella dal punto di osservazione più qualificato e interessante. Invito alla lettura tutti ma in particolare gli operatori della Radiofonia Locale nell’anno in cui per la prima volta da 27 anni le Radio Nazionali perdono ascolto e le Radio Locali crescono (Radio Monitor 2016).

    Continue reading

    Published by:
  • LE STAZIONI RADIO E LO SMARTPHONE

    Approfondiamo il tema dell’ascolto della Radio dai differenti device occupandoci dello smartphone, la croce e delizia dei consumatori e la dannazione e l’oggetto del contendere dei marketers. Occorre ricordare che lo smartphone è nel 2016 (dati Radio Monitor) soltanto il 4° device per fruizione del mezzo seguendo l’autoradio, l’apparecchio Radio e la TV. Il totale degli ascoltatori giornalieri dallo smartphone è peraltro ancora assai modesto ed è al di sotto dei 2.000.000 includendo ovviamente ogni forma di Radiofonia, pubblica e privata, nazionale e locale. E’ da precisare che l’ascolto da Smartphone può avvenire via WEB attraverso le numerose App disponibili a livello aggregato o di singola stazione ma anche con il funzionale ricevitore FM incluso nell’apparecchio, limitatamente a una parte di quelli con sistema Android e Windows Mobile.

    Continue reading

    Published by:
  • AUTORADIO, SEMPRE PIU’ AUTORADIO

    Mentre l’attenzione degli operatori è sempre concentrata nel verificare gli ascolti della propria stazione e dei concorrenti diretti da un punto di vista quantitativo, i dati dei rilasci di Radio Monitor e prossimamente di TER dovrebbero essere meglio analizzati e considerati in altre parti più generali, forse leggermente più nascoste ma non meno importanti per il proprio successo nell’attività Radiofonica; ad esempio è utilissimo osservare i Device di Ascolto, da quali apparecchi il Pubblico ascolta la Radio. In questo caso non è nemmeno necessario utilizzare i costosi software di elaborazione del “nastro” delle ricerche; è sufficiente scaricare da www.radiomonitor.it lo zip del volume annuale desiderato e controllare i vari file PDF contenuti al suo interno. Nel particolare dell’ascolto per Device il file PDF da analizzare è quello numerato con il 6. Si apre il file, si apre un mondo…

    Continue reading

    Published by:
  • TOP INCREMENTI DI ASCOLTO 2015/2016

    Recentemente è stato qui osservato come per la prima volta e nel 2016 il comparto delle Radio nazionali abbia perso quote di ascolto, sia pur lievemente. Analizzando in Radio Monitor gli incrementi top tra il 2015 e il 2016 delle singole stazioni con almeno 20.000 ascolti nel quarto d’ora medio tra le 6 e le 24 si ha una visione ancora più chiara di come sia cambiato il trend. Nella Top 10 delle crescite percentuali le prime 5 posizioni sono di Radio Locali e ve ne sono ben 6 entro la posizione numero 10. Si tratta di una boccata di ossigeno e di novità e addirittura una beffa per chi si era convinto che le Radio nazionali sarebbero state inarrestabili nella loro crescita. Probabilmente la “lezione” è che prima di tutto “piccole ma molto apprezzate brand possono crescere” e inoltre che le stazioni che guadagnano consenso hanno una marcata distinzione editoriale e/o legami forti con il loro territorio specifico.

    Continue reading

    Published by:
  • RADIO 24, LA TEMPESTA SI SENTE

    La cronaca di queste settimane ha posto il Gruppo 24 Ore, di cui Radio 24 è parte, in ulteriori difficoltà dopo quelle gravi e già note di tipo finanziario; mentre manca ad oggi ancora l’accordo sull’aumento di capitale che il CdA ha richiesto all’Assemblea degli Azionisti del valore di Euro 70 milioni, la reputazione pubblica è attaccata in modo profondo. Il gruppo editoriale di Confindustria, da cui ci si aspetta un modello di azienda, è oggetto di indagini della Magistratura su reati molto gravi quali false comunicazioni sociali e appropriazione indebita. Caos assoluto anche nell’organizzazione con uscite precipitose di figure apicali in concomitanza dell’annuncio del nuovo piano industriale che prevede tagli sul Personale del 30% entro i prossimi 3 anni. Radio 24 è nel gruppo certamente una delle aree meno problematiche e ci si augura che i suoi lavoratori e collaboratori siano al riparo dalla tempesta.

    Continue reading

    Published by:
  • ELITE DELLA GRANDE MAPPA TOP 10

    La Grande Mappa di Eurisko, ora GfK Eurisko, è un contributo interessante e utile che un gruppo di talentuosi ricercatori con il lume del genio ha voluto mettere a disposizione di aziende grandi e medie e di analisti dei comportamenti sociali. L’idea di origine nasce dalla crescente inadeguatezza della profilatura delle persone basata sui classici caratteri socio-demografici come sesso, età, professione, ecc. Proviamo a sintetizzare in estrema sintesi. L’analisi che offre la Grande Mappa sugli individui è più vicina al concetto di lifestyle e ai valori della persona. In un sistema di assi cartesiani quello delle ascisse indica la propensione alla Azione mentre quello delle ordinate indirizza quella al Pensiero. L’Elite, oggetto di questa chart, non è altro che l’area in cui si incontrano gli individui al top sia nell’Azione che nel Pensiero. Si tratta delle persone che rappresentano il “protagonismo sociale”.

    Continue reading

    Published by: