Author Archives: Claudio Astorri

About Claudio Astorri

About Claudio Astorri

Sempre pronto all'ascolto e a ricevere commenti e contributi!

I DATI DEL METER IN SVIZZERA ITALIANA

E mentre in Italia si cerca un “allineamento tecnico” nella regia di TER alle prese con i due qualificati istituti di Ricerca GfK e Ipsos, con il conseguente blocco contingente della pubblicazione dei dati riservati del 1° trimestre, nella notoriamente precisa Svizzera sono stati già pubblicati il 20 luglio e a cura di MediaPulse i dati di ascolto Radiofonico di tutto il 1° semestre 2017 rilevati con il Meter; e sono stati ovviamente anche subito disponibili per le elaborazioni a software, peraltro strepitoso. Nessuna polemica nell’osservazione delle differenze: solo fatti. Entriamo nel merito dei risultati e delle evidenze almeno della vicina Svizzera Italiana. L’ascolto dell’emittenza pubblica, contrariamente all’Italia, è ancora largamente dominante: la Rete Uno ha come QDM (AQH Share) ben oltre il 41%, la Rete Due poco più del 4% e la Rete Tre quasi il 17%.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

RIFLESSIONI SUL METER PER LA RADIO

Questo articolo contiene un’intervista a un uomo speciale, a un uomo che ha dedicato la sua vita alla misurazione elettronica degli ascolti Radiofonici. Nella sua posizione di Vice-President della società statunitense Arbitron, poi divenuta Nielsen, ha vissuto la fase di transizione dal sistema di rilevazione precedente, metodologia dei diari, a quello del Portable People Meter (PPM). Dal 2011 è un consulente che lavora per colossi globali come Google ma anche per istituzioni rilevanti come la F.T.C.; la sua grandissima esperienza manageriale e tecnica sul campo della rilevazione digitale, sempre aggiornata, induce correttamente alcuni giganti o intere industrie a chiederne la consulenza. Avendo la fortuna di conoscerlo personalmente da molti anni ho ora il piacere autorizzato di condividere questo dialogo; ecco Jay Guyther.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

UNA NUOVA STELLA NELLA FM LOCALE

Sono segnali nuovi, segnali diversi, discontinui rispetto all’ultimo decennio del Grande Crash della Finanza, anche se si tratta certamente di indicatori da cogliere con prudenza. Comunque sia, secondo Nielsen il mese di maggio 2017 per la Radio ha prodotto una crescita del +15% negli investimenti pubblicitari rispetto allo stesso mese dell’anno precedente; anche i gruppi leader a livello Locale del nostro mezzo segnano crescite dei ricavi spesso a due cifre nello stesso intervallo di tempo. Possiamo credere e investire nella ripresa? Pierluigi Picerno, editore da Firenze e per la Toscana di Lady Radio e RDF 102e7 si sta impegnando al riguardo con un nuovo sviluppo, un nuovo investimento; è nata la terza Radio del suo Gruppo. E’ in FM sugli 89,9 e sui 99,1 MHz ma anche sul WEB e sulla APP. Il nome palesa già il suo formato, è… “Mitology ’70-’80”!

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

UN MERAVIGLIOSO LIBRO SULLA RADIO

Un suggerimento di lettura per chi ama la Radio? Eccolo, finalmente: “Sette Tesi sulla Magia della Radio”, di Massimo Cirri, edito da Bompiani. Imperdibile! L’autore del libro dimostra nella vita di tutti i giorni, come mente e conduttore di “Caterpillar” su RAI Radio 2, di avere uno spessore ma soprattutto una marcia in più nel pensiero e nella creatività. In questo libro le sue caratteristiche sono tutte al meglio finalizzate per quella che è la più bella dichiarazione d’amore per la Radio mai contenuta in un singolo volume, un tributo al mezzo senza pari; ed è scritta con una penna così felice e umile da sembrare un semplice riconoscimento dovuto solo dal senso della giustizia alla oggettività della Radio. “Sette Tesi sulla Magia della Radio” è un volumetto di 300 pagine per un percorso ricco di storie che si può vivere anche in una sola giornata.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

RADIO, FULCRO DEGLI INVESTIMENTI LOCALI

Non si tratta di un titolo a effetto ma di una affermazione sempre più palesata in contesti internazionali (NAB, RAB) e sulla quale occorre approfondire una riflessione anche per la nostra realtà italiana: quale deve essere il business concept vincente per una Radio Locale al giorno d’oggi e anche nei prossimi anni? “Fare Radio Locale”, per quanto sia fondamentale e originaria, è una missione che potrebbe non bastare più nel competitivo mondo dei media locali che sono popolati tanto da vecchie marche della carta stampata in cerca di riciclo (opportunità) che da giovani colossi digitali come Google e Facebook, giusto per citarne un paio (problema). Cosa pensare e escogitare? Come garantire che l’impegno di servizio al pubblico della Radio Locale riesca a trovare sul mercato pubblicitario le risorse per il suo mantenimento e per il suo sviluppo?

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

STUDENTI DEL MASTER? GRAN LABORATORIO!

Quella del Laboratorio è una parola che amo, lo riconosco. Mi piace e trovo che sia molto utile l’idea stessa del Laboratorio, anche solo virtuale, come di un momento sufficientemente durevole, o di un luogo illimitatamente ricco di analisi e di stimoli, nel quale si fissano dei concetti, si testano le conseguenze e si applicano infine nella pratica le nuove soluzioni e/o i nuovi progetti che ne derivano. Figlio del metodo sperimentale? Dopo le mie direzioni (RTL 102.5 e RDS) in effetti pensai alla mia attività ancora corrente di consulente (ASTORRI) come quella di un Laboratorio Radio, una occasione per i clienti e per me di aggiornare o lanciare progetti di Stazione per il Pubblico e per gli Inserzionisti, ma che siano vincenti. Anche il mio insegnamento al Master in Comunicazione Musicale della Università Cattolica è seguito da un Laboratorio.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by: