Author Archives: Claudio Astorri

About Claudio Astorri

About Claudio Astorri

Sempre pronto all'ascolto e a ricevere commenti e contributi!

TOP INCREMENTI DI ASCOLTO 2015/2016

Recentemente è stato qui osservato come per la prima volta e nel 2016 il comparto delle Radio nazionali abbia perso quote di ascolto, sia pur lievemente. Analizzando in Radio Monitor gli incrementi top tra il 2015 e il 2016 delle singole stazioni con almeno 20.000 ascolti nel quarto d’ora medio tra le 6 e le 24 si ha una visione ancora più chiara di come sia cambiato il trend. Nella Top 10 delle crescite percentuali le prime 5 posizioni sono di Radio Locali e ve ne sono ben 6 entro la posizione numero 10. Si tratta di una boccata di ossigeno e di novità e addirittura una beffa per chi si era convinto che le Radio nazionali sarebbero state inarrestabili nella loro crescita. La “lezione” è che prima di tutto “piccole ma molto apprezzate brand possono crescere” e inoltre che le stazioni che crescono hanno una distinzione editoriale e/o legami forti con il loro territorio specifico.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

RADIO 24, LA TEMPESTA SI SENTE

La cronaca di queste settimane ha posto il Gruppo 24 Ore, di cui Radio 24 è parte, in ulteriori difficoltà dopo quelle gravi e già note di tipo finanziario; mentre manca ad oggi ancora l’accordo sull’aumento di capitale che il CdA ha richiesto all’Assemblea degli Azionisti del valore di Euro 70 milioni, la reputazione pubblica è attaccata in modo profondo. Il gruppo editoriale di Confindustria, da cui ci si aspetta un modello di azienda, è oggetto di indagini della Magistratura su reati molto gravi quali false comunicazioni sociali e appropriazione indebita. Caos assoluto anche nell’organizzazione con uscite precipitose di figure apicali in concomitanza dell’annuncio del nuovo piano industriale che prevede tagli sul Personale del 30% entro i prossimi 3 anni. Radio 24 è nel gruppo certamente una delle aree meno problematiche e ci si augura che i suoi lavoratori e collaboratori siano al riparo dalla tempesta.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

ELITE DELLA GRANDE MAPPA TOP 10

La Grande Mappa di Eurisko, ora GfK Eurisko, è un contributo interessante e utile che un gruppo di talentuosi ricercatori con il lume del genio ha voluto mettere a disposizione di aziende grandi e medie e di analisti dei comportamenti sociali. L’idea di origine nasce dalla crescente inadeguatezza della profilatura delle persone basata sui classici caratteri socio-demografici come sesso, età, professione, ecc. Proviamo a sintetizzare in estrema sintesi. L’analisi che offre la Grande Mappa sugli individui è più vicina al concetto di lifestyle e ai valori della persona. In un sistema di assi cartesiani quello delle ascisse indica la propensione alla Azione mentre quello delle ordinate indirizza quella al Pensiero. L’Elite, oggetto di questa chart, non è altro che l’area in cui si incontrano gli individui al top sia nell’Azione che nel Pensiero. Si tratta delle persone che rappresentano il “protagonismo sociale”.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

IL PRESIDENTE SI ESPRIME SULLA RADIO

Lo riconosco, sento il richiamo e il rispetto delle istituzioni e qui ci si occupa della carica più alta del nostro ordinamento, quella di Presidente della Repubblica. Sergio Mattarella è poi e in particolare un uomo di straordinaria levatura che ho avuto modo di seguire nel suo percorso politico. Una grandissima istituzione e un grandissimo uomo, siamo al sicuro. Mettiamo da parte per qualche momento i formati e il marketing. Il CdA del Tavolo Editori Radio è stato ricevuto ieri al Quirinale dal Presidente della Repubblica. Per quanto mi riguarda è una notizia fantastica con buona pace di tutte le mie personalissime e pesantissime perplessità sul TER, sui suoi obiettivi e su come sia gestito. Ciò che conta oggi è che la funzione più alta dello Stato, in occasione della visita di una società che riunirebbe i più grandi operatori del settore con finalità di rilevazione degli ascolti, si sia espresso, e così, sulla Radio!

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

LOCALI TOP NELLA DURATA DI ASCOLTO

Le Locali Top sono quelle emittenti che raggiungono e superano i 100.000 ascoltatori nel giorno medio; per la precisione in Italia abbiamo ben 50 Radio Locali che conseguono il livello di quei numeri a 6 cifre. Con questo articolo desidero semplicemente rendere omaggio, riorganizzando i dati già disponibili da Radio Monitor 2016, a quelle stazioni tra le Locali Top che riescono a servire per più minuti giornalieri i propri ascoltatori. Il riconoscimento di numero 1 nel 2016 è per Radio Studio Delta; nella foto ammiriamo il suo direttore Gianpaolo Ronconi in quella che è la sua attività preferita, dimostrare giusto quei 30 anni in meno cercando di confondersi con artisti e ospiti di qualche lustro più giovani. Peccato per il colore dei capelli, segno inequivocabile degli anni passati anche in Radio… Complimenti vivissimi a Gianpaolo, ma anche a Alberto, Remo, Alessandro e a tutto lo staff.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

SEQUENZE NON-STOP NEL FLUSSO

Le Radio di Flusso presentano talora delle sequenze di brani che non hanno interruzioni di conduzione o di altra natura come delle vere e proprie “vetrine musicali”; esse si riconoscono perché i brani sono collegati da veloci ed efficaci liner (no jingle, no cantato) che trasferiscono la percezione nitida di ascolto musicale garantito e continuato, ogni ora. Alcuni esempi? I “4 grandi successi in sequenza mixata” di RDS, le 4 hit ritmate di “From Disco to Disco” di Disco Radio (che ha mutuato da RDS perfino il costrutto delle categorie musicali) e i “5 Numeri Uno 80 90 2000” di Radio Number One tra il 2015 e il 2016. Ovviamente ci sono anche altri esempi di sequenze non-stop nella Radiofonia italiana, molte delle quali sono magari anche ben mixate ma non sempre costanti nella frequenza oraria, caratteristica necessaria ma non sufficiente. Perché si creano le “vetrine musicali”? Quale finalità?

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

LA RADIO… FORSE UN PO’ SESSISTA?

Vivo in una casa di sole donne, mia moglie e le nostre 2 figlie. I parenti più stretti che ci fanno visita più spesso sono le 2 suocere, altre 2 donne. E fanno 5! Le feste comandate sono per me sempre una sfida complessa; stare a tavola e condividere un pomeriggio o una serata di serenità come unico uomo in mezzo a ben 5 donne, nel momento in cui esse sono espansive e soprattutto associate, sviluppa forzosamente la mia arte della sopravvivenza. Credo che altri lettori in condizioni simili possano comprendermi al meglio… Riconosco comunque di essere stato educato e di aver imparato sul campo a considerare la donna come un umano assolutamente pari all’uomo. Temo di dover ammettere inoltre che esistono alcune aree in cui generalmente l’uomo soccombe alla donna e uno di questi è l’intelligenza. E che le donne ascoltino la Radio meno degli uomini è preoccupante.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by:

CINQUE ANNI DI CURVE DI ASCOLTO

Il ciclo delle rilevazioni di ascolto di Radio Monitor a cura di GfK Eurisko si è concluso al 5° anno; si tratta di un patrimonio di ricerca molto interessante e omogeneo nei confronti annuali che merita qualche osservazione di sintesi per cogliere tendenze o indicazioni che riguardino il quinquennio 2012-2016. A fronte della base della popolazione che è cresciuta in 5 anni dell’1,09%, l’ascolto settimanale al mezzo Radio ha registrato un incremento dell’1,67%, quello giornaliero del 3,16% e quello del quarto d’ora medio del 9,44%; si tratta di una piccola ma significativa crescita quantitativa con una evidenza saliente nel discreto dato nella crescita del giorno medio ma anche di un grande riscontro qualitativo con l’incremento di quasi il 10% nell’ascolto AQH. Certamente la Radio dimostra di essere in forma e in salute. Dunque, sono eccellenti notizie per il nostro mezzo.

Continue reading

Condividi l'Articolo:
Published by: