Category Archives: Formati

TOP 10 RADIO FORMATS IN THE USA

Nielsen ha recentemente pubblicato la classifica degli ascolti negli U.S.A. per FORMATO RADIOFONICO di appartenenza. Grazie a una classificazione oggettiva delle caratteristiche di offerta in termini di formato delle singole stazioni abbinata ai dati ufficiali rilevati dal Portable People Meter è possibile osservare il ranking per genere. La premessa quantitativa è che negli U.S.A. esistono ben 10.917 emittenti AM/FM che operano in mercati grandi (New York, Los Angeles, Chicago, ecc.) ma anche in mercati medi e talora anche piccoli. Ebbene la numerosità maggiore di stazioni è a beneficio del formato Country con ben 2.093 unità. Ma quel formato è lontano dall’essere quello più ascoltato. E’ preceduto sia da formati informativi che da altri formati musicali. E con qualche sorpresa. Continue reading

Published by:

LA RADIO E’ “ADULT” ANCHE A L.A.

Ci siamo occupati dello strapotere delle Radio “Adult” a N.Y. nel corso del mese di maggio con un articolo apposito. Ora dobbiamo constatare che dopo il mercato numero 1 negli U.S.A. anche quello di Los Angeles, il numero 2, è letteralmente capitolato a favore delle emittenti con formato “Adult Contemporary”. E’ una tendenza a quanto pare inarrestabile e che poggia anche su basi socio-demografiche. Il fatto che desta impressione è vedere la storica “KIIS-FM”, la “Contemporary Hit Radio” di Los Angeles, scendere dal trono negli ultimi dati di ascolto NIELSEN a favore di ben 2 stazioni “Adult Contemporary” come “KBIG-FM” e “KRTH-FM”. E’ la prima volta a Los Angeles che la forza “Adult” si traduce in ben 2 leader nelle prime 2 posizioni negli ascolti.

Continue reading

Published by:

QUICK HITZ, FORMAT PER GIOVANI?

Questo è un tema delicato per molti motivi. Prima di tutto si riflette sui Giovani e sul loro ascolto della Radio. Una precisazione: contrariamente ad assunti che circolano specie tra WEBaholics il problema dei Giovani con la Radio non è affatto nell’ascolto giornaliero (il secondo più alto in termini di quota, nel target 14-24) ma nel tempo di ascolto. Ascoltano meno, non è vero che ascoltino in meno e non è proprio una piccola differenza. Inoltre si riflette su qualcosa che sta alla Discografia come la Coperta sta a Linus, il formato della durata dei brani musicali. C’è oltre a un comprensibile senso di “possesso” da parte di chiunque crei e lavori nell’industria discografica anche un più che legittimo tema di diritti, di rispetto della durata e della forma dell’opera, giusto per segnalare le prime evidenze. Sì, in discussione è il formato di 3 min e 40 sec.

Continue reading

Published by: