Category Archives: Marketing

RITORNO GARANTITO sull’INVESTIMENTO

Da quando nel 1990 frequento i migliori seminari internazionali di marketing per la Radio la parola probabilmente da me più ascoltata è stata ROI. Sta per Return On Investment. Ritorno sull’Investimento. La cultura nordamericana della Radio, che poi è stata esportata nel mondo prevalentemente attraverso le multinazionali del business della pubblicità, ha nel ROI la sua ossessione. In estrema sintesi. Il cliente investe TOT? Bene, deve avere un ritorno TOT + XYZ. Semplice, no? Il ROI è un orientamento al marketing, una cultura di servizio per cui il cliente viene ingaggiato a partire dalla rispondenza del profilo degli ascoltatori/consumatori dell’emittente che offre servizi di comunicazione e di engagement. ROI vuol dire essenzialmente ricercare l’efficacia delle campagne Radio, lavorare a fianco di agenzie e clienti per rendere effettiva la forza della propria stazione Radio.

Continue reading

Published by:

Il TREND di ASCOLTO RADIO per DEVICE

Se ne sentono ma soprattutto se ne leggono sul Web di tutti i colori; le fake news più rilevanti per quanto mi riguarda sono quelle che si occupano dell’ascolto della Radio e dei suoi device, dei mezzi per riceverla, senza trascurare poi chi ne consegua deduzioni catastrofiste sul futuro stesso del mezzo. La intensità fake è articolata. Ci sono gradazioni di fake variabili ma quando giungono da Gufi e Guru Digitali da Tastiera si manifestano con scenari diversi dal reale e prossimi all’inferno e rendono l’idea stessa di Radio già morta e sepolta. Kaputt! Spiacente, non è così! Al solo scopo di provare a condividere quel magnifico concetto definito realtà trovo utile riassumere qualche dato proveniente da quella splendida entità chiamata indagine di ascolto. Qui abbiamo Radio Monitor dal 2013 al 2016, 120.000 interviste l’anno per 4 anni, dati statisticamente solidi.

Continue reading

Published by:

LA RADIO INCREMENTA IL “CERCA” SUL WEB

Il RAB, Radio Advertising Bureau, è quella magnifica associazione al servizio delle Stazioni Radio la cui splendida ossessione è promuovere il mezzo Radio in tutti gli U.S.A. presso le agenzie e i clienti, presso il mercato. Tra le varie sale gioco all’interno del RAB c’è anche il dipartimento delle Ricerche che punta a realizzare studi oggettivi con partner affidabili per poi promuoverne i risultati rilevati. In questo caso ci occupiamo di una ricerca del RAB in collaborazione con Media Monitor, società specializzata nel monitoraggio; l’ultima emissione è del 21 settembre ed è uno studio molto interessante che ha preso in esame le campagne pubblicitarie in 6 merceologie differenti programmate su ben 2.100 stazioni Radio. Il risultato è che la Radio accresce il livello del Search sul WEB del 29%, un dato utilissimo e che indica capacità di induzione all’approfondimento.

Continue reading

Published by:

RADIO LOCALI A PROVINCIA SINGOLA

Vi sono Radio Locali di piccole dimensioni ma dal grande servizio che operano principalmente in una sola provincia e talora marginalmente su quelle limitrofe. Sono sopravvissute alla Grande Crisi, hanno ascoltatori nel giorno medio tra i 10.000 e i 50.000, sviluppano un fatturato tra i 100.000 e i 500.000 Euro in dipendenza anche del mercato in cui operano. Hanno pochissimi addetti, spesso conduzione familiare. E ora avvertono una ripresina con colpi di tosse ma tuttavia da utilizzare per mettere in sicurezza le loro piccole imprese. Cosa fare? Come muoversi? Le aree ben definite anche da McKinsey in cui si articola l’attività Radio sono essenzialmente 4: Management (area Gestione), Engineering (area Tecnica), Programming (area Editoriale) e Marketing Sales (area Commerciale). In quest’articolo ci occupiamo di Marketing & Sales.

Continue reading

Published by:

UN NUOVO PARTNER PER RADIO STUDIOPIU’

Normalmente le nuove partnership aziendali sono sostenute in comunicazione da foto in colletto bianco, da parole fredde, molto tecniche, e da dichiarazioni sempre generiche sugli intenti. Guardate invece questa foto, vale mille comunicati stampa. La tenuta è rigorosamente estiva, siamo nel pieno di agosto a Ravenna, e i due volti esprimono grande soddisfazione e in modo naturale frutto di un accordo cercato e trovato dopo molte ore di discussione e di negoziazione strenua sui singoli punti contrattuali. A sinistra c’è Carlo Serafini, Ceo di PubliMedia Italia, la prima concessionaria di pubblicità multi-mediale della Romagna, e a destra c’è Claudio Tozzo, Editore di Radio StudioPiù. Ora Carlo e Claudio lavorano insieme per obiettivi importanti di vendita pubblicitaria. A supporto: Gian Piero Zinzani, Daniele Luppino e Claudio Astorri.

Continue reading

Published by:

LA HYBRID RADIO E LA MUSICA NEL DIGITALE

Ogni anno cominciando il mio corso di “Teorie e Tecniche della Radio Musicale” al Master in Comunicazione Musicale della Università Cattolica di Milano trovo indispensabile dopo le presentazioni di prammatica tra professore e studenti, al minuto 1 della lezione 1, cominciare subito a condividere il significato preciso della parola Radio. La Radio è un essere vivente ed è una forma di comunicazione tra stazione e individuo cui gli ascoltatori si rivolgono per stabilire un contatto con il/un mondo. E’ un mezzo personale, familiare e attivo. Se non è pulsante, non è Radio. Le esigenze di relazione che la Radio assolve sono in 4 aree di servizio come emerge dalle ricerche motivazionali: Musica, Conduzione, Informazione/Attualità e Interattività. Si tratta di definizioni che provengono da analisi qualitative di GfK Eurisko ma anche di altri istituti.

Continue reading

Published by: