• RADIO, FULCRO DEGLI INVESTIMENTI LOCALI

    Non si tratta di un titolo a effetto ma di una affermazione sempre più palesata in contesti internazionali (NAB, RAB) e sulla quale occorre approfondire una riflessione anche per la nostra realtà italiana: quale deve essere il business concept vincente per una Radio Locale al giorno d’oggi e anche nei prossimi anni? “Fare Radio Locale”, per quanto sia fondamentale e originaria, è una missione che potrebbe non bastare più nel competitivo mondo dei media locali che sono popolati tanto da vecchie marche della carta stampata in cerca di riciclo (opportunità) che da giovani colossi digitali come Google e Facebook, giusto per citarne un paio (problema). Cosa pensare e escogitare? Come garantire che l’impegno di servizio al pubblico della Radio Locale riesca a trovare sul mercato pubblicitario le risorse per il suo mantenimento e per il suo sviluppo?

    Continue reading

    Published by:
  • STUDENTI DEL MASTER? GRAN LABORATORIO!

    Quella del Laboratorio è una parola che amo, lo riconosco. Mi piace e trovo che sia molto utile l’idea stessa del Laboratorio, anche solo virtuale, come di un momento sufficientemente durevole, o di un luogo illimitatamente ricco di analisi e di stimoli, nel quale si fissano dei concetti, si testano le conseguenze e si applicano infine nella pratica le nuove soluzioni e/o i nuovi progetti che ne derivano. Figlio del metodo sperimentale? Dopo le mie direzioni (RTL 102.5 e RDS) in effetti pensai alla mia attività ancora corrente di consulente (ASTORRI) come quella di un Laboratorio Radio, una occasione per i clienti e per me di aggiornare o lanciare progetti di Stazione per il Pubblico e per gli Inserzionisti, ma che siano vincenti. Anche il mio insegnamento al Master in Comunicazione Musicale della Università Cattolica è seguito da un Laboratorio.

    Continue reading

    Published by:
  • LE RADIO LEADER NELLE GRANDI CITTA’

    Le Grandi Città sono quelle che superano i 250.000 abitanti. Vi sono ben 12 città in Italia che superano tale livello e sono: Roma (2.864.731), Milano (1.345.851), Napoli (974.074), Torino (890.529), Palermo (674.435), Genova (586.655), Bologna (386.633), Firenze (382.808), Bari (326.344), Catania (314.555), Venezia (263.352) e Verona (258.765). La somma degli abitanti di queste 12 città rappresenta l’avamposto metropolitano, l’aggregato cittadino. E scatta conseguentemente anche la domanda: quali sono le stazioni Radio più ascoltate nelle 12 più grandi città considerate insieme? La popolazione complessiva considerata delle 12 città è di 9.268.732 abitanti su un totale italiano di 60.665.551 individui; possiamo affermare che stiamo stringendo il focus sul 15% circa della popolazione, quella più metropolitana.

    Continue reading

    Published by:
  • RADIO LOCALI TOP 15 IN CRESCITA

    Dalla pubblicazione dei dati annuali di Radio Monitor 2016 le notizie e i grafici qui già diffusi al riguardo della crescita complessiva della Radiofonia Locale non sono stati pochi; d’altra parte tale evento collegato alla simultanea perdita di share del comparto della Radiofonia Pubblica e di quello della Radiofonia Nazionale non ha alcun precedente dal 1993 ad oggi. RAI Radio 1, RAI Radio 3 e Isoradio appaiono in evidenti trend negativi mentre alcune Radio nazionali, sia pur spinte da ulteriori acquisizioni di risorse frequenziali, mostrano il fianco dei loro formati giunti ad evidente saturazione causando inerzia e rallentando l’intero comparto. E’ uno scenario di opportunità, una finestra che si apre sulla crescita, che non ha precedenti per la Radiofonia territoriale; infatti le Top 15 tra le Radio Locali ne hanno già tratto un primo vantaggio significativo.

    Continue reading

    Published by:
  • MAMME ALL’ASCOLTO DELLA RADIO

    La Mamma è la Mamma… ma… le mamme sono anche un vastissimo gruppo di consumatrici appassionate e fedeli, persone che prendono decisioni multiple sul fronte degli acquisti e delle relative esperienze, assidue fruitrici di molti media e con un potere di spesa davvero rilevante. Non tutte le mamme sono uguali. Ci sono mamme casalinghe, mamme lavoratrici, mamme tele-lavoratrici da casa, mamme giovani, mamme di figli più grandi, giusto per menzionarne alcune. Le mamme sono una porzione grandissima della nostra popolazione e sono donne che prendono decisioni di acquisto non solo per loro stesse ma anche per tutto il gruppo familiare. Si tratta di consumatrici multi-disciplinari ed esperte, socialmente attive e molto attente al tempo che dedicano alla famiglia, a sé stesse o all’amicizia. Le mamme sono sempre in movimento.

    Continue reading

    Published by:
  • LA FUNZIONE RADIO E’ IL CAMBIAMENTO

    Vi sono parole e parole. Enfasi, sintesi, mille modalità. E poi arriva Gordon Smith, il Chief Executive Officer, il direttore generale del NAB, che in apertura del NAB Show di Las Vegas, la fiera annuale numero 1 al mondo della Radio e della TV (tra le prime 10 del pianeta di ogni settore), offre uno “speech” e le mette in linea e le pone in condivisione con una chiarezza e una forza senza pari. Questo non è un articolo ma è la semplice traduzione in lingua italiana di una sintesi con enfasi del perché la Radio e la TV guideranno ancora a lungo e su base locale i bisogni dei cittadini e consumatori; ed è quella dal punto di osservazione più qualificato e interessante. Invito alla lettura tutti ma in particolare gli operatori della Radiofonia Locale nell’anno in cui per la prima volta da 27 anni le Nazionali perdono e le Locali crescono.

    Continue reading

    Published by:
  • LE STAZIONI RADIO E LO SMARTPHONE

    Approfondiamo il tema dell’ascolto della Radio dai differenti device occupandoci dello smartphone, la croce e delizia dei consumatori e la dannazione e l’oggetto del contendere dei marketers. Occorre ricordare che lo smartphone è nel 2016 (dati Radio Monitor) soltanto il 4° device per fruizione del mezzo seguendo l’autoradio, l’apparecchio Radio e la TV. Il totale degli ascoltatori giornalieri dallo smartphone è peraltro ancora assai modesto ed è al di sotto dei 2.000.000 includendo ovviamente ogni forma di Radiofonia, pubblica e privata, nazionale e locale. E’ da precisare che l’ascolto da Smartphone può avvenire via WEB attraverso le numerose App disponibili a livello aggregato o di singola stazione ma anche con il funzionale ricevitore FM incluso nell’apparecchio, limitatamente a una parte di quelli con sistema Android e Windows Mobile.

    Continue reading

    Published by:
  • AUTORADIO, SEMPRE PIU’ AUTORADIO

    Mentre l’attenzione degli operatori è sempre concentrata nel verificare gli ascolti della propria stazione e dei concorrenti diretti da un punto di vista quantitativo, i dati dei rilasci di Radio Monitor e prossimamente di TER dovrebbero essere meglio analizzati e considerati in altre parti più generali, forse leggermente più nascoste ma non meno importanti per il proprio successo nell’attività Radiofonica; ad esempio è utilissimo osservare i Device di Ascolto, da quali apparecchi il Pubblico ascolta la Radio. In questo caso non è nemmeno necessario utilizzare i costosi software di elaborazione del “nastro” delle ricerche; è sufficiente scaricare da www.radiomonitor.it lo zip del volume annuale desiderato e controllare i vari file PDF contenuti al suo interno. Nel particolare dell’ascolto per Device il file PDF da analizzare è quello nr. 6.

    Continue reading

    Published by: