Tag Archives: Formati

FATTORI CRITICI NEI PROGETTI RADIO

E’ da molti anni che il mio mestiere è quello di progettare Stazioni Radio; da RTL 102.5 nel 1988 a RADIO NUMBER ONE, il lavoro 2015 più recente e peraltro stimolante, sono trascorsi ben 27 anni di esperienze sempre in prima linea; ho effettuato dei “Project Design” al servizio di RADIO 24, di RDS, di R 101 e di tante altre Radio Locali ma anche Estere. Qualche amico molto gentile sostiene che dentro di me vi sia uno station manager migliore del consulente progettista. Potrei pensarlo anch’io visti i risultati ottenuti con RTL 102.5 e RDS. La mia esperienza è che comunque bisogna a suo tempo aver pensato bene e aver condiviso molto con gli stretti collaboratori prima di poter agire al meglio, anche nella funzione di station manager.

Continue reading

Published by:

TRIBUTO AI 50 ANNI DI WINS-AM, NY

E’ legittimamente considerata la stazione ALL NEWS numero 1 al mondo. Auguri WINS-AM! E’ il 50° anniversario che cade proprio nel 2015 e con festeggiamenti che si sono svolti alla fine di aprile a New York, sottolineati dai colori notturni dell’Empire State Building illuminato in modo specifico proprio per l’occasione. Per quanto mi riguarda è la stazione radio negli U.S.A. più visitata, ben 5 volte. Credo che all’ingresso di WINS-AM ci sia un “Wanted” con la mia fotografia; se vedete questo individuo non fatelo entrare per la 6^ volta, arrestatelo! Nel 1979, da ragazzo 16enne, viaggiavo da Bergamo a Milano con il mio Gilera TG1 per raggiungere sempre lo stesso indirizzo: via Locatelli al numero 1. La sede di Radio Milano International era la destinazione della mia venerazione, la radio di frontiera che tra i pochissimi potevo ascoltare nella mia città grazie al ricevitore Grundig Satellit 2000 e a una antenna esterna, una direttiva yagi a 2 elementi. Ritornavo a casa carico di adesivi, di gadget (grazie, Pinuccia…) ma, soprattutto, di conversazioni con i conduttori dell’epoca, Gerry Bruno, Paco Durazzano e molti altri. Molti miei amici marinavano scuola, di tanto in tanto; io lo feci solo 3 volte negli anni del Liceo ma sempre per viaggiare in moto a Milano e visitare “Magic 101” anche di mattina.

Continue reading

Published by:

NEW YORK: SEMPRE PIU’ ADULTA

Il Mercato di New York è per gli operatori Radio di tutto il mondo un laboratorio, un indicatore, un mondo da osservare per cogliere trend, sonorità, novità in campo Radiofonico a livello mondiale. Si tratta del mercato numero 1 per dimensioni della popolazione negli U.S.A. precedendo Los Angeles e anche Chicago. Una premessa importante nella lettura dei dati verso possibili confronti con il nostro Paese: la media di età della popolazione dello stato di New York è di 35 anni mentre quella dell’Italia è di 45 anni. Pertanto la popolazione italiana è sensibilmente più “adulta”. Nonostante tutto ciò gli ultimi dati sull’ascolto radiofonico rilevati da NIELSEN con il Portable People Meter confermano una tendenza al dominio da parte dei formati “adulti”. La classifica è dell’ascolto reale attraverso la SHARE del QUARTO d’ORA MEDIO (la AQH Share). Continue reading

Published by:

CONVEGNO UNICOM: LA FORZA DELLA RADIO

Martedì 28 aprile si è svolto un Convegno organizzato da UNICOM dal titolo “LA FORZA DELLA RADIO”. Con il coordinamento e la chiusura di Salvo Ferrara, 3 relatori hanno svolto alcuni interventi a sostenere la Forza del Mezzo presso i presenti e soprattutto presso le numerose Agenzie di Pubblicità iscritte a UNICOM e collegate in diretta video/audio in streaming da tutta Italia. Allo scrivente è toccato il compito di aprire il convegno con un intervento denominato “La Radio: Target & Format”. Ho presentato gli assunti frutto della esperienza di almeno 25 anni di Ricerche Qualitative sugli Ascoltatori Radio e le evidenze più significative da numerose esperienze di Music Studies condotti nella forma di Auditorium Test. Tanta “Teoria” è in realtà al servizio dei Clienti e delle Agenzie per comprendere meglio l’AMBIENTE RADIO in cui interviene il loro messaggio, la loro comunicazione. In altri Paesi Europei queste informazioni hanno già raggiunto importanza e per i Centri Media la scelta di emittenti da pianificare sulla base del Formato di apparenza è quasi prassi oltre che un prezioso indicatore per eventualmente differenziare la produzione e meglio entrare in “fit” con il suono delle emittenti.

Continue reading

Published by: