Tag Archives: Radio Nazionale

STRATEGIE E BRANDING SULLA MUSICA

Le Top 5 sono le emittenti nazionali che guidano il ranking degli ascolti Radiofonici dal 1990, prima a livello del solo comparto commerciale e da qualche anno del livello generale, precedendo in classifica proprio tutte le Radio pubbliche; i campioni del mezzo sono Radio 105, RTL 102.5, Radio Deejay, RDS e Radio Italia. Tra le Top 5 sono ben 2 le “Personality Radio”, emittenti che hanno nella conduzione il centro e la maggioranza del tempo della loro offerta al pubblico; esse sono Radio 105 e Radio Deejay. Le altre 3 sono Radio di flusso e, mentre Radio Italia suona ovviamente solo musica italiana, è interessante osservare i movimenti di posizionamento delle 2 emittenti che hanno nel mix di musica nazionale e internazionale il loro focus principale; si tratta di RTL 102.5 e RDS, le 2 storiche “Contemporary Hit Radio”.

Continue reading

Published by:

RADIO NAZIONALI… SULLA LUNA…

Sempre più su… sempre più su… le Radio Nazionali hanno portato a casa un altro tratto importante del loro viaggio nello spazio. Nel 1° semestre 2016 il comparto delle Radio Nazionali è cresciuto ancora e anche rispetto allo stesso semestre del 2015, passando nella share dei quarti d’ora dal totale di comparto del 55,74% al 57,33%. Si tratta di una crescita che sembra inarrestabile e i cui numeri sono impressionanti. Onore al merito, citiamo tutte le Radio Nazionali in ordine di AQH Share: RTL 102.5, Radio 105, Radio Deejay, RDS, Radio Italia, RAI Radio 1, Virgin Radio, RAI Radio 2, Radio 24, Radio Capital, RAI Radio 3, Radio Kiss Kiss, R 101, M2O e, infine, Radio Montecarlo. Rispetto al comparto delle Radio Nazionali quello della Radio Pubblica non cade sia pur con una perdita lieve; dal 12,25% si scende all’11,9%.

Continue reading

Published by:

DIECI ANNI DI RADIO NAZIONALI

Lo so bene, le Radio Nazionali sono state istituite per Legge nel 1990 e sono poi divenute operative dal 1992, dunque i 10 anni di cui al titolo non si riferiscono a celebrazioni del primo comparto della Radiofonia Italiana; i 10 anni sono semplicemente una finestra di tempo definita, 2006-2015, entro la quale ho pensato di verificare il trend anche geografico delle emittenti nazionali. Ulteriori precisazioni. Dato l’interesse commerciale per questa analisi ho escluso dal perimetro l’emittente nazionale ma comunitaria Radio Maria e 2 altre realtà nazionali di forte orientamento politico come Radio Radicale e Radio Padania Libera. Inoltre il confronto tra 2 anni con metodologie differenti (Audiradio 2006 e Radio Monitor 2015) ha imposto la selezione del parametro di trend nella Share del Quarto d’Ora.

Continue reading

Published by:

CONVEGNO “PERCHE’ LA RADIO?”

Sono professore a contratto in Università da 11 anni; era il 2004 quando cominciavo a insegnare “Teorie e Tecniche della Radio Musicale” al Master in Comunicazione Musicale. Per la prima volta quest’anno ho lanciato un’idea a Gianni Sibilla, il mio “capo”, che volentieri l’ha colta e sviluppata insieme a me: realizzare un “ponte”, attraverso un Convegno sulla Radio, tra Operatori e Studenti. La finalità di un Convegno Universitario non è di rappresentare UN solo punto di vista ma possibilmente TUTTI; ho infatti imparato nel tempo che un Ateneo non deve sposare delle tesi ma fornire tutte le migliori ipotesi. Quindi in un Convegno Universitario accade che chi vi partecipa magari critichi la posizione di A e sia a favore di quella di B. Insomma è normale che vi sia dibattito caldo e anche polarizzazione nelle tesi. In questo senso credo che il Convegno abbia funzionato certamente al meglio; i relatori sono stati tutti qualificati ma hanno anche stimolato differenti approcci con seguito di dibattito. Purtroppo non sono ancora disponibili le registrazioni degli interventi audio e video del Convegno ma nel frattempo per approfondire qualche contenuto e ascoltare le interviste ai relatori ci si può riferire a quest’articolo di SPOT and WEB (link più sotto).

Continue reading

Published by: