• STUDIO AERANTI sul COMPARTO RADIO-TV

    Pubblicato e promosso a fine luglio il documento “L’emittenza Radiofonica e televisiva locale in Italia” di Aeranti-Corallo ha lasciato molti operatori come me, che non sapevano della sua preparazione, alquanto sorpresi e piacevolmente colpiti. Si tratta di uno quei caposaldi della conoscenza aggiornata del settore dei media elettronici locali la cui lettura diventa irrinunciabile. Le finalità sono ben espresse nell’introduzione: “Il presente documento intende fornire un contributo alla conoscenza del comparto Radiotelevisivo locale, individuandone tutte le peculiarità di natura economica, patrimoniale e organizzativa, i relativi punti di forza e le criticità che devono essere superate”. Un file pdf di 62 pagine ben strutturate e composte, l’analisi è un viaggio reale nei numeri del comparto Radio-Tv locale che ne palesa dimensioni e problemi molto concreti.

    Continue reading

    Published by:
  • RICERCHE QUALITATIVE e COMPETIZIONE RADIO

    E’ un tedesco del nord che per me, figlio di una tedesca del sud, è stato percepito subito e insolitamente sia per la grande competenza che per la eccellente cordialità. La Radio sbriciola i luoghi comuni. Conosciuto al NAB RADIO SHOW del 1990 a Boston, non un caso. Nei primi anni ’90 conduce RTL BERLIN come General Manager nel mercato più competitivo della Germania e questa diventa prima negli ascolti in soli 18 mesi; la consulenza di analisi e di ricerca di Jon Coleman, un grande nome della Radiofonia statunitense, lo aiuta molto e lo riconosce. Da 26 anni lavora proprio per Coleman Insights nell’idea che i vantaggi che ha ricevuto per la sua storia di successo possano essere estesi a gruppi e stazioni Radiofoniche in tutta Europa. Sono ben 18 i Paesi del Vecchio Continente in cui i suoi servizi hanno avuto riscontri. Ecco l’intervista a John Moenninghoff!

    Continue reading

    Published by:
  • La RILEVAZIONE RADIO alla PROVA del METER

    Gli oggetti che vedete esposti in fotografia non sono semplicemente orologi; in realtà sono proprio i meter di seconda generazione “MediaWatch 4” di GfK utilizzati in Svizzera da MediaPulse per la rilevazione elettronica degli ascolti Radiofonici. Il campione selezionato di individui li indossa scegliendone il tipo in base al gradimento pratico ed estetico e l’ascolto elettronico è subito attivo. Meraviglia. Nella Svizzera dei piccoli Cantoni, della scarsa popolazione in territori impervi e delle differenze linguistiche si è già al diciottesimo anno di rilevazione con il meter e in particolare alla seconda generazione dei device. E’ una pessima notizia per i detrattori della rilevazione elettronica degli ascolti Radiofonici nel nostro Paese. Approfondiamo il tema? Possiamo saperne di più grazie alla disponibilità e trasparenza di Media Pulse che condivide tutte le info.

    Continue reading

    Published by:
  • GM-TER: il RICORDO del RICORDO di ASCOLTO?

    GM-TER sta per “Giorno Medio di TER”. E’ un argomento che scotta e brucia, già in parte esplicitato nell’articolo del 25 luglio, all’indomani della pubblicazione dei dati di TER 2018 per il 1° semestre. Mentre i valori generali dell’ascolto complessivo del mezzo Radiofonico crescono sia nella variabile dell’ascolto settimanale che in quella del quarto d’ora, in quelli del giorno medio si è registrato un calo di 929.000 individui. Doccia fredda. C’è da sottolineare che il dato del giorno medio è stato sempre promosso da TER e dai suoi predecessori come variabile principale e fautrice del ranking tra le stazioni rilevate, mentre il mercato dei clienti e dei centri media, in linea con il pensiero internazionale, riconosce invece al quarto d’ora il ruolo di componente strutturale del valore commerciale; il calo del giorno medio non dovrebbe impattare i ricavi nazionali.

    Continue reading

    Published by:
  • RADIO LOCALI: TOP 50 per AQH SHARE

    Oltre a quello Pubblico e a quello Nazionale nel ricco e variegato mondo della Radio pulsa anche il comparto Locale. In realtà tra i 3 raggruppamenti Radiofonici è il secondo per audience superando di circa tre volte quello pubblico, in effetti affidato nelle rilevazioni di ascolto a sole 4 emittenti e non a circa 280. Rispetto a quella del settore televisivo la componente Locale della Radio è infinitamente più attiva, più ricettiva dell’interesse delle persone, più vicina al proprio territorio, più proiettata verso il futuro. Ed è al centro di interessanti processi di concentrazione. Dopo aver offerto uno sguardo nei precedenti articoli al comparto Pubblico e Nazionale nell’osservazione dei dati del 1° semestre di TER 2018 completiamo il primo giro d’orizzonte anche con quello Locale. Come lo realizziamo? Analizzando il trend 2017-2018 della AQH Share delle Top 50.

    Continue reading

    Published by:
  • MITOLOGY 70 80: C’E’ QUALCOSA di MEGLIO?

    Chiariamolo subito. “C’è qualcosa di meglio?” non è una affermazione personale ma è proprio lo slogan di RADIO MITOLOGY 70 80. E’ il caso di straordinario successo delle rilevazioni di TER del 1° semestre 2018. Che ne dite di una stazione Radiofonica che alla sua primissima rilevazione diventa subito la prima tra tutte le emittenti a carattere regionale che originano dalla Toscana? Nuova entrata al numero 1, come può capitare nella musica soltanto ai grandissimi. Da 0 a 98.000 ascoltatori nel giorno medio in soli 6 mesi. E con i 2 trimestri in progressione. E con una conversione dall’ascolto settimanale virtuosissima, da quota 221.000. E con quarti d’ora già a 7.000 ascoltatori medi tra le 6 e le 24. Ai miei studenti del Master insegno come un formato sia “la creazione da una scarsità”; Radio Mitology 70 80 è assolutamente un caso di formato da manuale.

    Continue reading

    Published by:
  • RIFLESSIONI e DATI sul GIORNO MEDIO

    Il dato del Giorno Medio del primo semestre di TER 2018 a livello generale e anche a quello delle singole stazioni ha lasciato perplessi non pochi addetti ai lavori. Il calo oggettivo di ben 929.000 ascoltatori in termini di comparto non rappresenta una piccola differenza rispetto alla rilevazione del 2017. Certo, non si tratta di un dato comparabile ma la perdita del 2,6% in un solo semestre lascia perlomeno spiazzati. Anche per un altra ragione. Le dimensioni della rilevazione che precedono e seguono quella del giorno medio nel questionario per gli intervistati hanno avuto piccoli incrementi. Perché e allora proprio e solo il dato del giorno medio scende così significativamente al contrario di quello degli ascoltatori settimanali e del quarto d’ora? C’è qualcosa nei cambi apportati alla metodologia che può aver contribuito al brusco calo?

    Continue reading

    Published by:
  • TER 2018, 1° SEMESTRE: ecco i PRIMI NUMERI…

    Dopo tanta attesa, eccoli giungere puntuali. Complimenti per la precisione, molto apprezzata. Prima volta. Sono appena arrivati i dati di TER 2018 per il 1° semestre. Cominciamo dai dati generali. Piccola variazione nella popolazione; nel 2017 era costituita da 52.956.000 individui mentre nel 2018 ne verifichiamo 52.974.000. La differenza è di 18.000 persone pari a un +0,033%. Trascurabile. Negli ascoltatori nei 7 giorni si sale da 43.773.000 a 43.926.000, pari a +153.000 individui, +0,34%. Crescita marginale e relativamente piccola. Passiamo al giorno medio: nel dato annuale del 2017 si segnalavano 35.464.000 ascoltatori mentre nel 2018 si scende a 34.535.000; la perdita è importante, purtroppo, e non potremo risparmiare analisi severe sui -929.000 ascoltatori nel giorno medio. E’ un dato su cui meditare, problemi di conversione dal 7 giorni…

    Continue reading

    Published by: